Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Editoriale del 23 agosto

Santa Rosa da Lima

Rosa da Lima, o Rosa di Santa Maria, al secolo Isabel Flores de Oliva (Lima20 aprile 1586 – Lima24 agosto 1617), è stata una religiosa peruviana del terz’ordine domenicano. È stata canonizzata nel 1671 da papa Clemente X ed è la santa patrona del Perù, suo paese di origine.

Già mentre era in vita la sua fama di santità fu molto grande e sentita. Un episodio più caratteristico presenta la santa abbracciata al tabernacolo per difenderlo dai calvinisti olandesi all’assalto della città di Lima. L’inattesa liberazione della città, dovuta all’improvvisa morte dell’ammiraglio olandese, fu attribuita alla sua intercessione.

Fu beatificata nel 1668 da papa Clemente IX e soltanto due anni dopo fu inaspettatamente proclamata patrona principale delle Americhe, del Nuovo Mondo, delle Filippine e delle Indie Occidentali. Fu un riconoscimento del tutto inusuale e insolito per l’epoca visto che per decreto papale di circa mezzo secolo prima si stabiliva che nessuna figura poteva essere dichiarata patrona se non fosse prima stata canonizzata: la venerazione per questa giovane figura era ormai talmente forte che la canonizzazione avvenne solo tre anni dopo, il 12 aprile 1671 da parte di papa Clemente X, divenendo così la prima dei santi americani.

È invocata in caso di ferite, contro le eruzioni vulcaniche e anche in caso di litigi familiari.

La commemorazione liturgica ricorre il 23 agosto (il 30 agosto nella messa tridentina).

A lei sono intitolate quattro parrocchie in territorio italiano: a Palermo, a Torino, a Lecce nel quartiere a lei dedicato e ad Alano di Castellabate in provincia di Salerno, ove vengono custodite alcune reliquie con un’urna che rappresenta la santa nel soave momento della sua morte.

Nel XVII secolo, santa Rosa fu assunta come patrona del castello (cittadina murata) di Spilamberto in provincia di Modena, governato all’epoca dalla nobile famiglia dei Rangoni. La ragione di tale decisione è da ricercare nel nome del paese: Spilamberto deriva infatti da spinum e Lamberti (letteralmente La spina – verosimilmente per: Lo spinaio – di Lamberto), e un documento d’archivio spiega che «affinché alle spine di Lamberto non mancasse una rosa, gli abitanti del castello assunsero quella di Lima» (ne spinis Lamberti rosa deesset Limanam assumpserunt).

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: